Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Marino-Liotta, è polemica sulla nomina del commissario dell'Ato idrico

La Liotta ha ricevuto incarichi per tre compiti: oltre ad essere segretario e direttore generale della Provincia regionale di Caltanissetta, è stata nominata commissario degli Ato 1, 2 e 3 di Catania. Dal prossimo 1 novembre, inoltre, assumerà la segreteria generale del Comune di Catania

“Sorpreso nel leggere su alcuni organi di stampa di oggi che il Commissario della Provincia di Catania, dott.ssa Liotta, avrebbe nominato quale commissario liquidatore dell’Ato idrico di Catania l’avvocato amministrativista Michele Giorgianni, libero professionista non incardinato nell’organico dell’ente provinciale”.

Ad affermarlo è l‘assessore regionale all’Energia, Acque e Rifiuti Nicolò Marino, dopo aver appreso la notizia "che il Commissario della Provincia di Catania dott.ssa Liotta avrebbe conferito al predetto professionista una delega per la gestione ordinaria della liquidazione dell’Ato idrico”.

“In considerazione della ‘incomprensibile’, almeno allo stato, procedura seguita, che suona come un campanello di allarme per questa Amministrazione, peraltro competente in materia di servizio idrico integrato, ritengo sia proprio giunto il momento di ridurre i troppi incarichi conferiti alla dott.ssa Liotta”.

Antonella Liotta, infatti, ha ricevuto incarichi per tre compiti gravosi che necessitano di un impegno costante: oltre ad essere segretario e direttore generale della Provincia regionale di Caltanissetta, è stata nominata dallo stesso Marino quale commissario degli Ato 1, 2 e 3 di Catania, ma la stessa Liotta ha da subito provveduto a delegare l’ingegnere Salvatore Raciti, dirigente provinciale del servizio Ambiente. Dal prossimo 1 novembre, invece, assumerà la segreteria generale del Comune di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino-Liotta, è polemica sulla nomina del commissario dell'Ato idrico

CataniaToday è in caricamento