Marito e moglie spacciavano in casa, carabinieri incuriositi dal "viavai" di giovani

Il 25enne Raciti Elia con la consorte, di 29 anni, nascondevano 23 dosi di “marijuana”, occultate nel pensile della cucina tra la pasta ed i biscotti

Troppi i giovani del posto che in una sorta di pellegrinaggio facevano visita ai due coniugi in un'abitazione di Santa Venerina. Un viavai che ha destato la curiosità dei carabinieri che hanno deciso, ieri, di fare irruzione nell'abitazione.

Il 25enne Raciti Elia con la consorte, di 29 anni, nascondevano 23 dosi di “marijuana” – occultate nel pensile della cucina tra la pasta ed i biscotti - 1 bilancino di precisione, vario materiale utilizzato per confezionare la droga nonché 440 euro in contanti, verosimilmente incassati dalla vendita dello stupefacente. L’arrestato, in attesa di essere ammesso alla direttissima, è stato ristretto agli arresti domiciliari. La donna è stata denunciata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento