Ferisce il fratello con cacciavite e si scaglia contro i carabinieri

L'aggressore, alla vista dei carabinieri, si è scagliato contro uno di loro causandogli lievi lesioni ma, opportunamente immobilizzato, è stato arrestato e tradotto presso il carcere di piazza Lanza a disposizione dell'Autorità giudiziaria

I carabinieri della compagnia di Giarre hanno arrestato un 35enne, marocchino, per lesioni aggravate e resistenza a Pubblico Ufficiale. 

Ieri notte una pattuglia, in servizio di pronto intervento, si è recato presso un’abitazione di via Gallipoli a Mascali in quanto era stata segnalata una lite in famiglia. Giunti prontamente  sul posto i militari hanno bloccato il 35enne armato di  cacciavite con il quale,  poco prima e  per futili motivi, aveva aggredito il fratello 22enne provocandogli delle ferite alla mano.

L’aggressore, alla vista dei carabinieri, si è scagliato contro uno di loro causandogli lievi lesioni ma, opportunamente immobilizzato, è stato arrestato e tradotto presso il carcere di piazza Lanza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
L’ aggredito, soccorso e trasportato  all’Ospedale di Giarre, è stato  medicato e dimesso con  prognosi di 22 giorni. Il cacciavite veniva sottoposto a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento