Mascali, sequestrata piantagione di canapa: arrestata casalinga

Rimasta vedova, per incrementare il "budget familiare" si era appropriata di una considerevole porzione di terreno incolto, nella frazione Santa Venera

I carabinieri di Mascali hanno arrestato una 49enne di Giarre, ritenuta responsabile di coltivazione o produzione illecita di sostanze stupefacenti. Rimasta vedova, per incrementare il "budget familiare", si era appropriata di una considerevole porzione di terreno incolto, nella frazione Santa Venera di Mascali, trasformandola in una vera e propria piantagione di cannabis indica dotata anche di impianto di irrigazione.

A scoprire la coltivazione i militari della stazione locale che, dando seguito ad alcuni spunti info-investigativi, si sono nascosti tra la vegetazione sorprendendo la donna nel preciso istante in cui stava per irrigare la coltivazione. Al temine delle operazioni sono state sequestrate circa 100 piante di canapa indiana di un’altezza variabile tra i 100 e i 150 cm. L’arrestata, in attesa della direttissima, è stata relegata agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento