Mascalucia: da un bene confiscato alla mafia nascerà un centro giovanile

A vincere il finanziamento di Democrazia partecipata è stato il progetto numero 8 “Centro giovanile”, proposto da”Orizzonte Italia”

È stato veramente onorato il concorso di “Democrazia partecipata”, promosso dal Comune di Mascalucia, con circa settecento votanti, numero raddoppiato rispetto a quello dell’anno scorso. A vincere il finanziamento è stato il progetto numero 8 “Centro giovanile”, proposto da”Orizzonte Italia” con 318 preferenze su 692 votanti. Il progetto presentato dall’associazione prevede un centro giovanile per varie attività: formazione post scolastica, accesso agli indirizzi universitari, assistenza didattica e cineforum con attività ludiche.

"Stavamo lavorando al centro giovani da alcuni mesi – ha commentato soddisfatto il sindaco, Giovanni Leonardi -; l’approvazione del progetto di Orizzonte Italia da parte della gente ci stimola ad accelerare l’iter per la realizzazione di questa struttura che nascerà da un bene confiscato alla mafia. Spero di consegnare l’immobile ai giovani, perché possano usufruirne, entro la fine dell’anno. Anche il progetto secondo classificato (209 voti), 'I salvavita in città”'– ha concluso il dott. Leonardi – sarà da noi attenzionato perché rientra nelle iniziative che l’Amministrazione sta attuando per rendere sicura la cittadina mascaluciese".

Felici per la “vittoria” ottenuta sono stati i giovani di “Orizzonte Italia”: "Siamo fieri del fatto che tra poco ci sarà un Centro Giovanile a Mascalucia – ha detto uno dei componenti dell’associazione Matteo Genuardi - Il progetto – ha spiegato - è iniziato nel 2012 con la creazione dell'associazione culturale Orizzonte Italia e culminato con la fondazione della prima 'Aula Studio Notturna' in Via Simili e continua e si rafforza per dare sostegno ai giovani dell'area etnea".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un applauso lo meritano i ragazzi che hanno avuto l'idea – ha dichiarato Alexander Brown, anch’egli componente dell’associazione - che hanno presentato il progetto al Comune, che hanno fatto propaganda a scuola e nelle università, che hanno disegnato e stampato volantini e locandine informative, che hanno realizzato video-tutorial per aiutare i cittadini a votare online, che hanno fatto propaganda in giro per il paese, e che fino alla fine hanno creduto di poter dare valore al loro territorio. Un sentito ringraziamento va al Sindaco Giovanni Leonardi per aver indetto il concorso Democrazia Partecipata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento