Bimbo sbranato dal cane, la madre chiede il patteggiamento

Probabilmente i due cani non saranno abbattuti, ma affidati ad un'associazione animalista che si occuperà di rieducarli. La madre non è più accusata di abbandono di minore, ma è indagata per omicidio colposo

Per l'inchiesta sulla morte di Giorgio, il bimbo di 18 mesi sbranato  da uno dei due dogo argentini di famiglia, lo scorso 16 agosto, nella villa di famiglia a Mascalucia, la madre, indagata per omicidio colposo, il rpossimo 16 febbraio farà richiesta di patteggiamento al Gup di Catania, Francesca Cercone. La donna, veterinaria 34enne, ha sempre sostenuto di aver avuto il figlio in braccio, senza mai lasciarlo solo in giardino con i due cani. Il procuratore Carmelo Zuccaro e il sostituto Fabrizio Aliotta hanno infatti fatto cadere il reato di abbandono di minore che le era stato contestato in un primo momento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovedì prossimo in udienza il Gup dovrà decidere il destino dei due dogo argentini. Secondo quanto si è saputo da fonti impegnate nell'inchiesta, la perizia richiesta dal magistrato avrebbe appurato che i due cani sono recuperabili e quindi è probabile che possano essere rieducati affidandoli ad un'associazione animalista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento