Mascalucia, la denuncia dei 5 Stelle: “In tre anni raddoppiati i costi per il nucleo di valutazione”

Al centro del dibattito c'è una denuncia presentata dal Movimento 5 Stelle attraverso la sua portavoce in consiglio comunale Agata Montesanto

Nonostante sia agosto, non si placano le polemiche a Mascalucia. Questa volta al centro del dibattito è una denuncia presentata dal Movimento 5 Stelle attraverso la sua portavoce in consiglio comunale Agata Montesanto. “Con la determinazione sindacale n.10 del 28 luglio 2016 l'organismo unico di valutazione viene integrato di un altro componente. Arriviamo così a quattro componenti esterni e ad un componente interno nella figura del presidente dell'organismo”.

Nella determinazione del 28 aprile si legge che “l'organismo unico di valutazione, composto da tre soggetti esterni, viene integrato da un ulteriore componente esterno – e che - in attesa di individuare un ulteriore componente si arriverebbe a 5 soggetti esterni ed uno interno”.

Ma cos'è il nucleo di valutazione e di cosa si occupa? Questo organismo ha funzioni di valutazione del personale, di controllo di gestione strategica, di controllo di regolarità amministrativa e di qualità dei servizi. A Mascalucia, quindi, una squadra di tecnici composta da 4 membri esterni e uno interno, definisce, propone, monitora, comunica tempestivamente, garantisce, verifica che tutto ciò che è di sua competenza vada per il verso giusto.

La questione che sollevano i grillini è data dall'art. 22 del regolamento comunale che stabilisce che il nucleo è composto dal Segretario Generale e da altri due membri esterni. “Ma il comune di Mascalucia con la determina dell'aprile 2016 ha integrato il quarto membro esterno, raddoppiando di fatto i membri esterni - denunciano i 5 stelle - e anche i costi”.

Proprio sull'aspetto economico si solleva un'altra criticità, infatti, l'art. 23 del regolamento comunale parla dei compensi per i componenti esterni del nucleo di valutazione e stabilisce che non possono superare i compensi previsti per i revisori dei conti che oggi percepiscono 10.458,25 euro per il presidente del collegio e circa 6 mila euro per i componenti. Ma dalla delibera per i nuovi membri esterni del nucleo si legge che il compenso è fissato in 15 mila euro all'anno. Agata Montesanto conclude dicendo che “chiederemo spiegazioni nelle sedi opportune”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento