Massacra di botte la fidanzata e poi prova a strangolarla: arrestato

I carabinieri, allertati da una telefonata al 112, sono intervenuti in piazza Montessori prima che accadesse il peggio

In piazza Montessori, ieri notte i carabinieri, a seguito di una telefonata al 112, sono intrvenuti a soccorrere una giovane donna aggredita dal fidanzato. I militari hanno trovato la vittima, 22 anni, sul sedile posteriore di una Alfa Romeo Giulietta con il volto tumefatto ed il fidanzato, che le stringeva le mani al collo, provando a strangolarla. 

I militari, dopo aver sottratto la ragazza alla furia dell’aggressore, hanno tirato fuori dall'auto il fidanzato, dopo una violenta collutazione, arrestandolo. Trasportata d’urgenza all’ospedale Garibaldi centro di Catania alla vittima è stato diagnosticato un “trauma cranio-facciale con lesioni e graffi sparsi sul collo” con una prognosi di 40 giorni. L’arrestato, un catanese di 23 anni, attenderà il giudizio per direttissima agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento