Il presidente Mattarella ai 'Briganti': "Siete punto di riferimento per i giovani del quartiere"

Il presidente Mattarella si è rivolto a Piero Mancuso, presidente del club House 'I Briganti' la cui sede è andata a fuoco l'11 gennaio scorso. L'incontro è avvenuto durante la visita del Capo dello Stato agli Orti urbani di Librino

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato alle 15,40 in viale Moncada, nel popolare quartiere di Librino a Catania, per visitare gli orti urbani realizzati dai residenti del quartiere etneo. Al suo arrivo, è stato accolto dall'orchestra e dal coro di bambini dell'associazione Musica insieme a Librino, diretti da Alessandra Toscano, che hanno intonato la canzone 'La città dei bambini'. "Alla fine della canzone - ha detto Toscano - c'era una dedica: la musica cambia la vita e noi vogliamo cambiare attraverso la musica Librino' e il Presidente Mattarella ha detto che la dedica era molto bella. 'La città dei bambini' è un testo che parla di una città ideale per i bambini ma in realtà desiderata da tutti".

Ad accogliere il capo dello Stato, il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, il presidente dell'Ars Gianfranco Micciché e il sindaco di Catania Enzo Bianco. Si tratta della prima visita di un presidente della Repubblica nel quartiere Librino. Successivamente Mattarella si è spostato alla rotatoria di viale Moncada che sarà intitolata a Carlo Azeglio Ciampi.

I residenti di Librino: "Ci vorrebbero mille di questi giorni per sistemare il quartiere" | Video

Il Capo dello Stato si è recato poi nella biblioteca Civica Ursino Recupero ospitata nell'ex monastero dei Benedettini, dove è custodita, tra gli altri, la preziosa e rara Bibbia miniata del Cavallini, ritenuta tra le cinque più belle al mondo.

La visita di Mattarella si concluderà in serata al Teatro Massimo 'Vincenzo Bellini', dove assisterà allo spettacolo che inaugura la stagione lirica: la prima de "La rondine" di Puccini, una nuova produzione del maestro Gianluca Gelmetti.

La visita agli orti urbani e alla 'Club House' dei Briganti

"Voi siete un punto di riferimento importante per i giovani di questo quartiere". Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è rivolto a Piero Mancuso, presidente del club House I Briganti la cui sede è andata a fuoco l'11 gennaio scorso. L'incontro è avvenuto durante la visita del Capo dello Stato agli Orti urbani del popoloso rione Librino di Catania. Mattarella ha incontrato diversi 'proprietari' dei 13 lotti donati dal comune agli abitanti della zona per una libera coltivazione. 

L'intitolazione di viale Carlo Azeglio Ciampi

Il Capo dello Stato  Mattarella, dopo la visita agli orti urbani e l'incontro con "I Briganti", ha preso parte alla cerimonia di intitolazione di uno dei viali del quartiere Librino, alla periferia di Catania,  dedicato a Carlo Azeglio Ciampi, nella rotonda di viale Moncada.

Le parole del Sindaco Bianco

"L'ho fortemente voluto e sono molto lieto che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella abbia accettato di dedicare molta parte dei suo tempo a Catania a Librino. E' un quartiere simbolo delle periferie della città, con mille problemi ancora da risolvere ma dove si gioca il futuro della nostra città". Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco parlando con i giornalisti. "E il fatto che oggi qui partano degli orti urbani, che parta una pista ciclabile, che fra poco il palazzone che era in mano alla mafia, il cosiddetto 'palazzo di cemento', ospiterà decine di famiglie - ha aggiunto Bianco - dà un senso di incoraggiamento perché i ragazzi di Librino devono guardare con fiducia al loro futuro. Qui si gioca il futuro della città. Nel giro della fine di quest'anno ce la dovremmo fare. Vigiliamo con attenzione perché i tempi siamo rispettati e se possibile accelerati".

Nello Musumeci: "Il Capo delle Stato è un punto di riferimento"

"In questo momento di particolare smarrimento il Capo dello Stato diventa un punto di riferimento. Lo è stato l'altro ieri nella Valle del Belice, accolto soprattutto dall'entusiasmo dei giovani, e lo è oggi in questa nostra città, che peraltro ben due volte ha ricevuto la visita del Capo dello Stato Ciampi". Lo ha affermato il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci parlando con i giornalisti in occasione della visita nel quartiere catanese di Librino del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Quindi - ha aggiunto Musumeci - sono davvero contento. Porterò il saluto della comunità siciliana al Presidente della Repubblica in questa mia, nostra città, in questo quartiere che ha tanto bisogno di Stato, di punti di riferimento, ma che ha fatto tantissimi passi avanti per la costanza, la coerenza l'impegno delle istituzioni scolastiche, delle famiglie, delle istituzioni pubbliche in generale".

E sull'ospedale San Marco il governatore dell'isola ha aggiunto: "Ho già parlato con l'assessore Razza e con il sindaco. Ci sono le condizioni per poter mantenere gli impegni di calendario ed è un altro significativo passo avanti: una struttura di carattere ed importanza regionale in un quartiere come questo, che viene facilmente e con molta superficialità licenziato come un quartiere a rischio, io credo che sia un ulteriore segno di presenza delle istituzioni".

Visita di Mattarela alla Biblioteca Ursino Recupero

La Biblioteca Civica Ursino Recupero, ospitata nell'ex monastero dei Benedettini, è stata la terza tappa della visita a Catania del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Qui si trova la preziosa e rara Bibbia miniata del Cavallini, ritenuta una delle cinque edizioni più belle al mondo: fu acquistata a Roma, tra il 1740 e il 1750 da Placido Scammacca per arricchire la Biblioteca del monastero di San Nicolò, l'Arena di Catania, ed è stata sempre oggetto di attenzione e ammirazione da parte di studiosi e bibliofili. E' stata esposta fino a oggi soltanto in tre mostre: a Roma (1954), Bruxelles (1965) e Catania (1999). Il codice in folio è miniato in oro, consta di 440 carte (Vecchio e Nuovo Testamento, con le Epistole a Prologhi di San Girolamo) disposte su due colonne di 56 linee, di accurata scrittura gotica, ha titoli rubricati ed è decorata con iniziali istoriate e con fregi marginali costituiti da steli che fanno da cornice al racconto biblico, adorno da figurine umane e grottesche, spesso racchiuse in medaglioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento