Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Maturità 2011, seconda prova: ritorna Seneca

Un brano di Seneca, in particolare lettera 74 a Lucilio "Il vero bene è la virtù", è la prova di latino per i maturandi del Liceo Classico. Due studi di funzione per la prova di matematica

Dopo la prova di italiano ieri, i maturandi 2011 affrontano stamani il secondo scritto. Secondo le prime indiscrezioni sarebbe un brano di Seneca, in particolare lettera 74 a Lucilio "Il vero bene è la virtù", quello proposto ai maturandi del Liceo Classico che si devono cimentare con la prova di latino. Seneca è un habitue della Maturità. Dal 1960 a oggi è stato proposto 13 volte all'esame di Maturità nel liceo classico. Secondo in classifica, nello stesso arco di tempo, Cicerone che è "uscito" 11 volte.


Due studi di funzione per la prova di matematica. I candidati debbono rispondere un problema tra due proposti il primo di geometria analitica e il secondo è uno sudio di funzione con una parte numerica inusuale al liceo scientifico tradizionale. Vengono quindi proposti anche 10 quesiti che vanno dal calcolo combinatorio alla storia della matematica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2011, seconda prova: ritorna Seneca

CataniaToday è in caricamento