Maxi operazione dei Nas, blitz in 120 locali: chiuse e sequestrate 10 strutture

Sono state riscontrate irregolarità in 61 casi, accertate 87 violazioni alle leggi di settore di cui 20 penali, ed elevate sanzioni amministrative per circa 125.000 euro. Chiusa una nota pizzeria della "scogliera" per mancanza di autorizzazione

Venti squadre dei Nas di Catania, Palermo, Catanzaro, Ragusa, Cosenza, Taranto e Reggio Calabria, nell’ambito di una vasta operazione disposta dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, hanno ispezionato 121 attività commerciali tra ristoranti, bar, alberghi, mercatini, pub, depositi di Catania e provincia.

Sono state riscontrate irregolarità in 61 casi, accertate 87 violazioni alle leggi di settore, di cui 20 penali, ed elevate sanzioni amministrative per circa 125.000 euro.

In totale, sono state sequestrate circa 2 tonnellate di alimenti vari, oltre ai congelatori a pozzetto indebitamente utilizzati, poiché detenuti in cattivo stato di conservazione o insudiciati, custoditi in strutture sprovviste dei prescritti requisiti igienico – sanitari e strutturali, privi di documentazione necessaria per la rintracciabilità.

I militari del Nas hanno inoltre chiuso o sequestrato 10 strutture, per un valore complessivo stimato in circa 1 milione e mezzo di euro, proponendo alle autorità competenti la chiusura di altre 15 attività e segnalando complessivamente 76 persone alle autorità giudiziarie, sanitarie ed amministrative.

In particolare, i carabinieri hanno sequestrato circa 1 tonnellata di prodotti ittici venduti presso i mercatini ittici, alcuni detenuti in cattivo stato di conservazione, esposti senza alcuna protezione agli agenti atmosferici ed alla luce solare, invasi da parassiti, altri privi di tracciabilità; oltre 1 quintale di tonno privo di indicazioni sulla tracciabilità, presso un deposito di prodotti ittici surgelati; oltre 2 quintali di alimenti di dubbia origine immagazzinati presso depositi di alimenti etnici; superalcolici detenuti illecitamente in un locale della movida catanese; un deposito di circa 1000 metri quadrati- annesso ad una nota struttura alberghiera – interamente abusivo, mancante dei requisiti igienico-sanitari per lo stoccaggio degli alimenti; un edificio adibito a laboratorio di panificazione attivato abusivamente ed in pessime condizioni igienico-sanitarie.

Inoltre, sono state chiuse una nota pizzeria della “scogliera” per mancanza di autorizzazione e due cucine di un grande hotel del centro storico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento