rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Piazza Dante / Piazza Dante Alighieri

Catania dice addio a Melo, il cane "dei Benedettini": è morto nella notte

Ad annunciarlo con un toccante post sui social è la dottoressa Cannavò, responsabile dei laboratori didattici del dipartimento. Melo ha rappresentato per anni la mascotte di studenti, docenti e personale dell'ateneo

Per anni è stato compagno, silenzioso e pacato, di studenti, docenti e dipendenti dell'ateneo di Catania. La sua "casa" era il monastero dei Benedittini e il cane Melo era divenuto una mascotte: amato e coccolati da tutti è divenuto un simbolo, un amico fidato per chi doveva sostenere un esame e tra una carezza e l'altra allentava la tensione. Purtroppo il cuore di Melo ha cessato di battere nella notte.

A darne notizia è la dottoressa Daniela Cannavò, responsabile dei laboratori didattici del dipartimento, con un post sui social: "Il cuore forte e generoso di Melo, esempio di libertà e simbolo dei Benedettini, ha cessato di battere. Se n'è andato stanotte nel sonno, senza disturbare nessuno. Michela, la sua mamma umana che con il resto della famiglia lo ha accudito amorevolmente fino all'ultimo, mi ha inviato queste due ultime foto con preghiera di pubblicarle e ringraziando  le innumerevoli persone che in questi anni gli  hanno voluto bene. Il nostro Meluzzo verrà cremato in mattinata".

La notizia ha colpito tutti coloro i quali sono cresciuti con Melo e che lo hanno amato. Qualche tempo addietro Melo era stato sottoposto a un'operazione per via di un problema tumorale ed era stato "adottato" da una famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania dice addio a Melo, il cane "dei Benedettini": è morto nella notte

CataniaToday è in caricamento