Cronaca

Sospetto caso di meningite per un avvocato palermitano: "Era spesso a Catania per lavoro"

"La donna era spesso a Catania per ragioni di lavoro, per questo sono state allertate sia l'Asp di Palermo sia quella etnea, per avviare la profilassi per i familiari e altre persone entrate in contatto", dichiara il direttore sanitario dell'ospedale Civico, Giorgio Trizzino

Ospedale Civico di Palermo

Un caso sospetto di meningite a Palermo ha fatto scattare l'allerta anche a Catania. Si tratta di una donna di 35 anni, E.P., avvocato e mamma di un bimbo. Si trova ricoverata in prognosi riservata all'ospedale Civico. I medici hanno riscontrato i sintomi tipici della malattia e stanno eseguendo tutti i test del caso.

Le condizioni della 35enne sono molto gravi. "Si trova in coma nel reparto Seconda rianimazione - dice il direttore sanitario dell'ospedale Civico, Giorgio Trizzino, a PalermoToday -. Il sospetto è che si tratti di meningite meningococcica, saranno gli esami di laboratorio a confermare o meno l'ipotesi ed eventualmente a indicarne la tipologia. La donna era spesso a Catania per ragioni di lavoro, per questo sono state allertate sia l'Asp di Palermo sia quella etnea, per avviare la profilassi per i familiari e altre persone entrate in contatto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospetto caso di meningite per un avvocato palermitano: "Era spesso a Catania per lavoro"

CataniaToday è in caricamento