rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Picanello

Il mercato di Picanello ristrutturato e abbandonato per un "cavillo" burocratico

Dopo la riqualificazione, ultimata nel 2017, sono sorti problemi di natura catastale, non preventivati. "Il Comune stesso - spiega il consigliere Andrea Cardello - dovrebbe classificare come commerciali alcuni suoi immobili, cambiando la destinazione d'uso. Per fare questo ci vuole un impegno spesa e non sono ancora stati trovati i fondi"

Il mercato al chiuso di Picanello è in stato di abbandono da alcuni mesi. Le sterpaglie hanno quasi completamente invaso i corridoi interni e gli abitanti di via Duca degli Abruzzi protestano per una situazione che non ritengono decorosa per quella che un tempo era una fiorente area commerciale. Il consigliere del II municipio Andrea Cardello chiede la rivalutazione del centro mercatale. “Alcuni mesi fa, insieme al presidente del comitato 'Romolo Murri', Vincenzo Parisi, ed ai consiglieri comunali Giuseppe Gelsomino e Francesca Ricotta, abbiamo effettuato un sopralluogo sul posto per chiedere alle istituzioni competenti di restituire questo storico sito alla città- afferma Cardello- ed oggi la situazione resta la stessa. Sotto molti aspetti è addirittura peggiorata. Senza vigilanza o controlli, il plesso rischia di essere preso di mira dai ladri di metalli oppure diventare un hotel per disperati. Con buona pace di tutti coloro che chiedono di farlo ritornare ad essere il fiore all’occhiello del quartiere di Picanello”. I lavori di riqualificazione sono stati ultimati nel 2017 ed i cancelli restano chiusi, con gli stalli che non possono essere affittati per mancanza dell’aggiornamento catastale da parte del comune di Catania. Allo stato attuale, quando sarà superata la fase burocratica, occorreranno altri soldi pubblici per ripulire la struttura dalla spazzatura e dalle erbacce.

Ma perchè il mercato coperto di Picanello è stato "abbandonato" dopo essere stato ristrutturato? "Sono sorti problemi di natura catastale, non preventivati. Il Comune stesso - spiega Andrea Cardello - dovrebbe classificare come commerciali alcuni suoi immobili, cambiando la destinazione d'uso. Per fare questo ci vuole un impegno spesa e non sono ancora stati trovati i fondi, a distanza di cinque anni dall'inaugurazione post-ristrutturazione. Nel frattempo l'intera zona si è svalutata. Ha chiuso anche il distributore di benzina nei pressi del mercato e sono arrivati i rifiuti al posto di frutta e verdura. Se il Comune non riesce a sistemare questa situazione, potrebbe essere presa in considerazione la proposta di dare la struttura in gestione a terzi per alcuni anni, potendo così rientrare nelle spese sostenute".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mercato di Picanello ristrutturato e abbandonato per un "cavillo" burocratico

CataniaToday è in caricamento