Ritardi su apertura della nuova stazione metro, intervengono i sindacati

Abbiamo l’impressione - scrivono i sindacati - che l'inaugurazione della nuova tratta metropolitana stia acquisendo connotati politici fuori luogo"

Cisl, Uil, Cisal, Ugl e Confsal intervengono a gamba tesa sulla polemica inerente i ritardi per la consegna della nuova ratta metropolitana Galatea – Giovanni XXlll – Stesicoro. Inizialmente prevista entro Natale, dopo gli allagamenti per le recenti piogge, c'è il rischio concreto che scivoli a ridosso del nuovo anno. Se non più tardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"lo sviluppo della Circumetnea e con essa lo sviluppo delle tratte della Metropolitana sono assolutamente ascrivibili ai sacrifici dei lavoratori dipendenti della Fce, alle sue maestranze, ai dirigenti aziendali e in particolar modo all’impegno e all’interesse nel tempo profuso dall’attuale gestore dell’Ente, ing. Virginio Di Giambattista e da sempre, anche come alto funzionario del Ministero dei trasporti e delle Infrastrutture. Abbiamo l’impressione che la prossima inaugurazione della nuova tratta metropolitana stia acquisendo connotati politici fuori luogo che nulla hanno a che vedere con la realtà operativa di tutti i giorni, nella quale si incardina il contesto produttivo di tutti gli operatori a vario titolo per competenze e specificità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento