menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mezzi in riparazione e lavoro nero: scoperta officina abusiva

Gli agenti del Commissariato di Librino hanno effettuato i controlli in via della Concordia: denunciato il titolare delle botteghe

Nei giorni scorsi, il personale del Commissariato Librino ha indagato S. F. per invasione di edifici e terreni pubblici e per inottemperanza alle norme relative alla sicurezza nei luoghi di lavoro. Durante il servizio di controllo del territorio, gli agenti hanno effettuato degli accertamenti in via della Concordia presso diverse botteghe allestite a officina meccanica ed elettrauto che avevano posizionato numerose autovetture da riparare, pezzi di veicoli e attrezzi da lavoro, in via permanente e senza autorizzazione, sul suolo pubblico, sulla pubblica via e sul marciapiede in modo tale da renderlo totalmente inutilizzabile, creando dunque impedimenti agli utenti della strada e alla viabilità. Una delle botteghe era totalmente abusiva, dove tra l’altro e lavoravano dei dipendenti in nero. In tutti gli ambienti sono state riscontrate significative violazioni in materia di sicurezza e salubrità sui luoghi di lavoro, in particolare é stato accertato il rischio di caduta dall'alto di oggetti pesanti tipo pezzi di motori, dislivello del pavimento con rischio inciampo, mancanza di spogliatoi e armadietti, pessime condizioni igienico sanitarie. Per tali motivi il titolare delle botteghe è stato denunciato.

Ulteriori controlli hanno consentito di indagare una coppia separata: il marito per omessa custodia di arma e la moglie per il reato di detenzione abusiva di armi. L’ uomo, infatti, separatosi dalla moglie, ha lasciato incustodito presso l'abitazione della stessa, un fucile che originariamente deteneva regolarmente. Inoltre, durante un servizio di controllo del territorio, i poliziotti hanno sorpreso un uomo che esercitava la pesca nella zona protetta dell’ Oasi del Simeto. L'uomo avvalendosi di un quad, trainava un barchino con molteplici ami sull'arenile, dove oltretutto nidifica una specie di tartaruga marina protetta. Da ulteriori accertamenti, gli agenti hanno contestato al conducente del Quad, che non aveva con sé neanche la patente di guida, diverse violazioni al codice della strada, quali la mancanza di copertura assicurativa, la mancanza del casco protettivo. Gli agenti del Commissariato di Librino hanno inoltre effettuato diversi controlli su veicoli e persone: in tale contesto, è stata rinvenuta in Viale Nitta un'autovettura Lancia Y che é stata riconsegnata all'avente diritto, furto denunciato in questura lo scorso 22 ottobre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Sicurezza

Fughe delle piastrelle: i prodotti da utilizzare

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento