San Francesco la Rena: micro discariche abusive, elevate otto multe

Proficua operazione della Polizia provinciale in materia di micro discariche abusive. Sono stati sanzionati con una multa di seicento euro, otto cittadini sorpresi ad abbandonare rifiuti speciali in località San Francesco la Rena

Proficua operazione della Polizia provinciale in materia di micro discariche abusive. Sono stati sanzionati con una multa di seicento euro, otto cittadini sorpresi ad abbandonare rifiuti speciali in località San Francesco la Rena. La strada sottoposta a controllo di videosorveglianza, opportunamente segnalato, è la Sp 53, dove si verifica il sistematico abbandono di pezzi di armadi, poltrone, materassi e materiale di risulta, classificati come rifiuti speciali.

“Il tratto in questione è stato più volte ripulito dagli operai della Pubbliservizi ma purtroppo ancora non è radicato il rispetto verso la cosa pubblica e il senso civico – ha detto il presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione -. Abbiamo in cantiere un progetto che prevede l’installazione delle videocamere su tutte le aree del territorio dove è uso gettare materiale di difficile smaltimento e dove è impossibile garantire un presidio costante di controllo. La nostra non vuole essere un’azione repressiva ma preventiva finalizzata a sensibilizzare tutti i cittadini al rispetto dell’ambiente e delle strade”.

Nonostante il trasgressore non sia identificabile dalle immagini, la Polizia provinciale ha provveduto ad elevare la contestazione solo al proprietario del veicolo (grazie al numero di targa) in quanto obbligato in solido.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo concepito un progetto che ci permetterà, con il Pon – sicurezza, di acquisire un sistema di telecamere per inibire il rilascio di rifiuti, garantire la pulizia sulle strade provinciali, e evitare i costi esorbitanti per le pubbliche amministrazioni che devono provvedere alla pulizia dei luoghi non destinati a discarica – ha affermato l’assessore alle Politiche dell’Ambiente e all’Ecologia, Mimmo Rotella –. L’occasione diventa anche utile per ricordare ai cittadini che è necessario conferire i rifiuti solidi urbani negli appositi cassonetti o seguire le indicazioni dei vari Comuni per la raccolta differenziata, e lasciare gli altri materiali nelle isole ecologiche”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento