rotate-mobile
Cronaca

Per il centro Astalli gli ostacoli burocratici rendono più fragili i migranti

Lo sportello sanitario di Catania è stato un riferimento per tutti coloro che, pur vaccinati, non riuscivano a ottenere il green pass perché non erano in possesso della tessera sanitaria

Troppi ostacoli tra burocrazia e precarietà sociale: i diritti per i migranti restano ancora un miraggio. Lo denuncia il Centro Astalli in occasione della presentazione del Rapporto 2021 tirando le somme sulle tante cose che ancora rendono poco esigibili i diritti per i rifugiati. "Continuano a essere molti gli ostacoli che impediscono a richiedenti e titolari di protezione internazionale di fruire realmente di diritti che dovrebbero essere loro garantiti per legge. Uno dei primi scogli - segnala il Rapporto Astalli - è ormai da anni l'iscrizione anagrafica, che rappresenta uno dei presupposti necessari per l'accesso effettivo ai diritti sociali. La digitalizzazione di molti uffici ha rappresentato un aggravio nella vita dei migranti. Un percorso, il loro, già di per sé accidentato e reso tortuoso da una burocrazia respingente, è stato ulteriormente complicato dalle misure necessarie al contenimento della pandemia, che in molti casi non hanno tenuto conto delle difficoltà degli utenti più fragili". Anche la campagna vaccinale ha avuto bisogno dell'intervento del privato sociale per arrivare alle fasce più vulnerabili della popolazione: "Lo sportello sanitario di Catania è stato un riferimento per tutti coloro che, pur vaccinati, non riuscivano a ottenere il green pass perché non erano in possesso della tessera sanitaria. Il Centro Astalli, che da sempre collabora con le istituzioni in una logica di sussidiarietà, per rendere i servizi pubblici più accessibili e adeguati ai bisogni reali delle persone, non può che esprimere preoccupazione quando ostacoli, burocratici o organizzativi, finiscono per allontanare coloro che avrebbero più urgenza di sentirsi inclusi e accolti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per il centro Astalli gli ostacoli burocratici rendono più fragili i migranti

CataniaToday è in caricamento