rotate-mobile
Cronaca

Migranti, tribunale dei ministri di Catania accusa Salvini di abuso di potere

La vicenda risale allo scorso luglio quando il politico era ministro dell'Interno e proibì lo sbarco di 131 migranti dalla nave Gregoretti

"Ha abusato dei suoi poteri privando della libertà personale 131 migranti a bordo dell'unità navale Gregoretti della guardia costiera italiana alle 00,35 del 27 luglio 2019". E' l'atto di accusa del tribunale dei ministri di Catania dopo gli accertamenti sull'ex ministro degli Interni Matteo Salvini.

Il documento del Tribunale dei ministri è stato pubblicato dal Corriere della Sera e l'ex ministro ha già replicato alla notizia ieri sera nel corso di una intervista a Rete4. "A firma del presidente del tribunale dei ministri Lamantia, iscritto a Magistratura democratica, viene trasmesso al presidente del Senato che Salvini sarebbe colpevole di reato di sequestro di persona aggravato abusando dei suoi poteri. Rischio fino a 15 anni di carcere. Ritengo che sia una vergogna che un ministro venga processato per aver fatto l'interesse del suo Paese", aveva annunciato Salvini.

Salvini è accusato di aver "determinato consapevolmente l'illegittima privazione della libertà dei migranti, costretti a rimanere in condizioni psico fisiche critiche a bordo", scrivono i giudici. La vicenda riguarda la nave Gregoretti della Guardia Costiera, fermata nel porto di Augusta con a bordo oltre 100 migranti soccorsi in mare. Soltanto dopo alcuni giorni venne dato il via libera allo sbarco. La Procura a settembre aveva ufficializzato la richiesta di archiviazione, ma aveva comunque trasmesso gli atti al Collegio per i reati ministeriali del Tribunale di Catania

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, tribunale dei ministri di Catania accusa Salvini di abuso di potere

CataniaToday è in caricamento