Migrazione e asilo: eurodeputati a Catania per fare il punto sul flusso migratorio

Gli eurodeputati hanno incontrato le autorità italiane e le autorità locali di Catania. L'identificazione di chi arriva via mare ha raggiunto tassi vicino al 100 per cento, con enormi miglioramenti rispetto al passato

"Siamo rimasti colpiti e impressionati dagli enormi sforzi che le autorità italiane, e in particolar modo siciliane, la popolazione e tutti gli attori coinvolti nel circuito del soccorso e dell'accoglienza stanno mettendo in atto perché i diritti fondamentali dei migranti e di coloro che richiedono protezione internazionale siano rispettati". Lo hanno detto, incontrando i giornalisti a Catania, Juan Fernando Lopez Aguilar (S&D) e Barbara Cudricka (PPE), presidenti di una delegazione di eurodeputati della Commissione libertà civili, giustizia e affari interni del Parlamento Europeo al termine di un tour di quattro giorni in Sicilia per fare il punto sulla gestione dei migranti e dei richiedenti asilo. 

L'INTERVISTA A SALVO POGLIESE - GUARDA IL VIDEO

"Il bisogno - continuano Lopez Aguila e Cudricka - di operazioni di search and rescue su larga scala ci dimostrano l’esigenza di istituire canali legali per i migranti che arrivano in Europa. In questo senso lo schema di resettlement dei migranti direttamente dai paesi di origine deve essere attuato appieno, così come i ricollocamenti concordati fra i ventisette Stati membri".

"L'identificazione di chi arriva via mare - hanno aggiunto - ha raggiunto tassi vicino al 100%, con enormi miglioramento rispetto al passato. L'ottima cooperazione fra autorità italiane, agenzie (Frontex, Easo ed Europol) e Ong e l'abnegazione e la disponibilità della popolazione siciliana, però, non sono solo un merito che dobbiamo ascrivere all'Italia: questi aspetti rappresentano un beneficio per l'Unione europea nel suo complesso". Per la delegazione, inoltre è "da apprezzare l'impegno che l'Italia sta profondendo per salvare vite umane e allo stesso tempo per rendere la lotta ai trafficanti di uomini sempre più efficace, anche in una situazione di estrema instabilità di alcuni Paesi di origine e di transito, la Libia in particolare".

Gli eurodeputati hanno incontrato le autorità italiane e le autorità locali di Catania, Siracusa, Pozzallo e Ragusa, nonché rappresentanti delle Ong e della società civile ed esponenti delle agenzie Frontex, Europol ed Easo. Tutto questo il giorno dopo la visita di Matteo Salvini che ha parlato di mettere sotto processo alcune Ong che favorirebbero l'immigrazione clandestina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento