"Vi taglio la gola e vi faccio saltare tutti per aria": rimpatriato marocchino

La pericolosità dell'uomo, sposato fittiziamente con una cittadina italiana, è stata evidenziata anche dalle autorità diplomatiche marocchine che hanno agevolato l'iter del ritorno in patria

Belkamoun Mohamed, 34 anni, marocchino è stato rimpatriato dalla sezione antiterrorismo della Digos di Catania in quanto
ritenuto soggetto particolarmente pericoloso e violento. 

Lo straniero era stato arrestato lo scorso 6 marzo per i reati di violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e porto di armi od oggetti atti ad offendere, avendo aggredito violentemente, con calci e pugni e senza alcun motivo, il personale di polizia in servizio presso il corpo di guardia dell'ufficio immigrazione (che ha riportato contusioni e fratture guaribili fino a 30 gg.), minacciando nel contempo gli agenti di “tagliargli la gola e di farli saltare tutti in aria” millantando di essere un esperto di arti marziali.

Nel periodo trascorso in carcere il marocchino ha evidenziato “estraneazione all’ambiente detentivo e disturbi del pensiero con ideazioni persecutive nei confronti della polizia” motivo per cui è stato attentamente monitorato con dispositivo di “grande sorveglianza” quale soggetto a rischio di radicalizzazione e proselitismo e, trasferito dal carcere locale a quello di Barcellona Pozzo di Gotto.  Lo straniero è stato poi scarcerato lo scorso 12 luglio in ottemperanza alla sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Catania per la pena di  quattordici mesi di reclusione  e collocato - giusto decreto di espulsione del Prefetto di Catania - al il C.I.E. di Brindisi per il successivo rimpatrio in Marocco avvenuto appunto ieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La pericolosità del 34enne, sposato fittiziamente con una cittadina italiana e con precedenti per violazione di domicilio, danneggiamento, furto ed uso di stupefacenti è stata evidenziata anche dalle autorità diplomatiche marocchine in Italia che hanno agevolato l’iter del rimpatrio dello straniero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento