Cronaca Librino

Minaccia di uccidere i genitori e distrugge casa: voleva i soldi per la droga

Gli agenti delle volanti hanno arrestato un pregiudicato catanese, classe 1980, accusato di reati di maltrattamenti in famiglia, danneggiamento ed estorsione

Gli agenti delle volanti hanno arrestato un pregiudicato catanese, classe 1980, responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia, danneggiamento ed estorsione. I poliziotti, a seguito di una segnalazione, si sono recati presso un’abitazione del quartiere Librino, dove c’era un giovane che stava tentando di sfondare la porta di ingresso di casa. Dopo averlo tempestivamente bloccato e controllato, i poliziotti hanno appurato che l’uomo da anni vessava i
due anziani genitori, attraverso violenze fisiche e psicologiche al fine di estorcere denaro per poi acquistare droga.

I genitori hanno altresì riferito che a causa delle continue richieste di soldi da parte del figlio avevano dovuto vendere anche i cellulari e molti elettrodomestici e che esasperati da questa situazione, poco prima avevano sporto denuncia. Al rientro a casa e di fronte al rifiuto dell’ennesima richiesta di denaro il figlio è andato in escandescenza minacciando di ucciderli e ha distrutto con calci e pugni la mobilia. Pertanto, le due vittime sono state accompagnate in questura per formalizzare la denuncia, l’ennesima contro il figlio, aggiungendo di aver sempre cercato di nascondere le lesioni provocate dalle aggressioni per paura di aggravare la sua situazione e nella speranza di poterlo aiutare ad uscire dal tunnel della dipendenza dalla droga. Il racconto dei coniugi trovava riscontro anche nelle dichiarazioni dell’altro figlio, che ha confermato l’atteggiamento violento del fratello nei confronti dei genitori. L’uomo è stato quindi arrestato e su disposizione del pm di turno è stato portato in carcere in attesa della udienza di convalida innanzi al gip.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di uccidere i genitori e distrugge casa: voleva i soldi per la droga

CataniaToday è in caricamento