Cronaca Mineo

Mineo, slitta il processo per la 'campagna acquisti' al Comune

Sono due gli episodi contestati: un posto di lavoro al Cara rifiutato dalla fidanzata di un consigliere, e la proposta di un posto da assessore a un oppositore per sostenere la maggioranza

Rinviato al prossimo 6 marzo, per permettere una diversa composizione del collegio giudicante, il processo nato dall'inchiesta della Procura di Caltagirone su una presunta 'campagna acquisti' per sostenere la maggioranza consiliare al Comune di Mineo, in cambio di posti di lavoro o di un assessorato. Imputati sono l'ex presidente del consorzio Sol Calatino, Paolo Ragusa, il sindaco Anna Aloisio, l'ex sindaco Giuseppe Mario Mirata, e gli ex assessori Maurizio Gulizia e Luana Mandrà.

 I reati ipotizzati sono corruzione in atti d'ufficio e induzione alla corruzione. Nel procedimento sono state ammesse come parte civile le associazioni di consumatori Codici e Codacons . Sono due gli episodi contestati: un posto di lavoro al Cara rifiutato dalla fidanzata di un consigliere, e la proposta di un posto da assessore a un oppositore per sostenere la maggioranza.

I difensori, in sede di udienza preliminare, avevano chiesto il non luogo a procedere per l'estraneità dei fatti contestati a tutti gli imputati. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mineo, slitta il processo per la 'campagna acquisti' al Comune

CataniaToday è in caricamento