menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ministro Giannini in visita a Catania, scontri vicino villa Pacini: dieci fermi

Il ministro della Pubblica Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Stefania Giannini, oggi in visita nell'Istituto comprensivo "Angelo Musco" nel quartiere di Librino. Altra tappa: il carcere minorile di Bicocca. Una decina di persone è venuta intanto a contatto vicino al municipio di Catania

Il ministro della Pubblica Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Stefania Giannini, oggi in visita a Catania, nell'istituto comprensivo "Angelo Musco", quartiere di Librino definisce così la sua visita istituzionale:

"E' un impegno che presi un anno e mezzo fa, in una delle mie prime uscite da ministro. Mi resi conto, sul posto, di quanto fosse importante il presidio di una scuola che lì non c'era" dichiara il Ministro riferendosi al quartiere di Librino.

ministro-giannini-scuola-angelo-musco-2"Il sindaco e l'assessore di Catania mi hanno portato a Roma le carte necessarie per l'istituzione di un onnicomprensivo a Librino, in passato rigettata, e io ho fatto in modo, nel pieno rispetto delle regole, di fare questa 'eccezione virtuosa' in tempi molto rapidi". "Un'operazione - ha spiegato Giannini - che rientra tra l'altro nelle priorità ricordate dal presidente Renzi alla Leopolda, quando parla di ridare valore alle periferie con un ruolo decisivo della scuola".

Intanto, nelle prime ore della mattinata, una decina di persone è venuta a contatto, come riporta l'Ansa, vicino al municipio di Catania, dove era in corso la visita del ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini. Secondo una prima ricostruzione della Digos della questura, sarebbero appartenenti a gruppi dell'estrema destra e sinistra, scesi in piazza per manifestare contro il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini e che si sono scontrati vicino alla Villa Pacini. E' in corso l'identificazione dei fermati.

In merito alla presenza di un gruppo sparuto di studenti fuori dalla scuola "Angelo Musco" del quartiere di Librino, Stefania Giannini ha dichiarato "Contestazioni? Dove? Non mi pare". "Se misuriamo la contestazione che c'era normalmente negli anni passati - ha aggiunto Giannini - siamo abbastanza soddisfatti del percorso fatto con la 'Buona Scuola', che comincia a fare vedere i suoi risultati concreti".

Sulla riforma della scuola varata negli ultimi mesi ha invece dichiarato: "Io credo che lo sforzo che abbiamo fatto di assumere questi 100 mila insegnanti, in tre mesi, sia una cosa storica che il Paese non aveva mai visto".

"Sfido a trovarne un altro - ha aggiunto - che abbia potuto fare una cosa di questa portata. Del ritardo ce ne faremo carico e sicuramente sara' risolto a breve. Penso che la garanzia della stabilita' del lavoro, la possibilita' di progettare il loro futuro su un percorso lineare e con il concorso che partira' nelle prossime settimane dara' 63 mila opportunita' ad una platea di 200 mila persone". "Quindi statisticamente - ha osservato Giannini - uno su tre potra' essere stabilizzato in ruolo dal prossimo anno scolastico. Credo che sia un'operazione che non ha precedenti".

Successivamente alla scuola "Angelo Musco", il Ministro si è recato invece, nelle ultime ore della mattinata, nel carcere minorile di Bicocca. "Dopo Bologna - dice -, per me è la seconda visita dentro un carcere minorile. E' importante per rilanciare la funzione fondamentale di recupero delle esperienze di ragazzi che hanno preso delle strade sbagliate. La speranza è che quello che stanno imparando li' dentro possa essere l'inizio di una vita diversa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento