Il Ministro Salvini a Caltagirone e Mineo: "Chiude il Cara, è una bellissima mattinata"

Dopo l'inaugurazione del commissariato di polizia a Caltagirone, il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è arrivato al Cara di Mineo, struttura che, ha confermato da Caltagirone, chiuderà. Al suo ingresso una delegazione di dipendenti ed ex lavoratori del Centro accoglienza ha protestato utilizzando fischietti ed esponendo uno striscione con la scritta "Lasciati in mutande"

"Alcune indagini hanno portato alla luce fattispecie evidenti di mafie non solo italiane, ma anche nigeriane che dal Cara di Mineo si sono allargate come potenza operativa dello spaccio su tutto il territorio. Adesso il Cara chiude ed è una bellissima mattinata...". Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno Matteo Salvini a Caltagirone, dove ha partecipato all'inaugurazione dei nuovi locali del Commissariato di Pubblica Sicurezza e del Distaccamento della Polizia Stradale.

L'arrivo di Salvini a Caltagirone | Video

Alla cerimonia oltre al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, ai sindaci Salvo Pogliese e Gino Ioppolo (Caltagirone) e al commissario della Lega Stefano Candiani, hanno partecipato il prefetto di Catania Claudio Sammartino, il capo della polizia Prefetto Franco Gabrielli, il questore di Catania Mario Della Cioppa e il direttore della polizia stradale Armando Forgione.

Le proteste

"Questa struttura, sulla carta, sarebbe dovuto essere un centro per ospitare minorenni stranieri non accompagnati, ma, mettendoci in gioco, fortunatamente siamo riusciti a ridurne il numero di arrivi e di morti in mare. Adesso, invece qui ci saranno 61 uomini e donne delle forze dell'ordine grazie alla cocciutaggine e alla perseveranza delle istituzioni locali, regionali e nazionali", ha commentato Salvini. "Ho visto i dati a Catania e in provincia dei reati - ha aggiunto - e ci sono segnali positivi: calano i furti in abitazione e le rapine. E questo presidio di polizia sicuramente aiuterà".

Cara Mineo, Falcone: "Andare oltre la chiusura, sostenere area"

A Caltagirone sono stati esposti cartelli e lenzuola con diverse scritte. Tra queste: "Io sto con Carola e Alex: porti aperti", "La differenza è che noi salveremmo anche voi leghisti in mare" e "Ne salveremo 49 milioni + interessi".

Dopo l'inaugurazione del commissariato di polizia a Caltagirone, il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è arrivato al Cara di Mineo, struttura che, ha confermato da Caltagirone, chiuderà. Al suo ingresso una delegazione di dipendenti ed ex lavoratori del Centro accoglienza ha protestato utilizzando fischietti ed esposto uno striscione con la scritta 'Lasciati in mutande".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Blitz antidroga a San Cristoforo, sequestrati cocaina e 7 mila euro in contanti

  • Il Gruppo Arena lancia l’ultimo modello di Superstore

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, avvocato positivo: scatta protocollo di sicurezza al palazzo di giustizia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento