Cronaca

“Houston, abbiamo un problema”, rientro anticipato per Parmitano: acqua nel casco

Il catanese riferiva di avere un problema al casco e di sentire la nuca bagnata. Nella missione odierna l'astronauta era impegnato alla predisposizione per l'attracco del modulo russo MLM, il cui arrivo sulla Iss è previsto entro la fine dell'anno

A causa di un problema tecnico la seconda missione spaziale di Luca Parmitano è stata interrotta. L'astronauta catanese ha fatto rientro dopo poco più di un'ora di attività extraveicolare. Pochi minuti dopo è rientrato anche l'americano Chris Cassidy.

La causa del rientro anticipato è stata l'improvvisa rottura del serbatoio che contiene l'acqua da bere durante le lunghe attività extraveicolare. Parmitano riferiva di avere un problema al casco e di sentire la nuca bagnata. Così dal centro Nasa di Houston è stato disposto l'immediato rientro.

Nella missione odierna Parmitano era impegnato alla predisposizione per l'attracco del modulo russo MLM (Multifunctional Laboratory Module) il cui arrivo sulla Iss è previsto entro la fine dell'anno.

L'astronauta è stato accolto ed aiutato dai colleghi, i russi Fyodor Yurchikhin e Pavel Vinogradov e dalla statunitense Karen LuJean Nyberg.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Houston, abbiamo un problema”, rientro anticipato per Parmitano: acqua nel casco

CataniaToday è in caricamento