Misterbianco, nasce il comitato "No all'isola ecologica di via Puglia"

Già avviata la raccolta di centinaia di firme da parte dei cittadini delle frazioni di Misterbianco

I cittadini che non intendono mollare nella battaglia per la delocalizzazione dell'isola ecologica hanno decisoo di organizzarsi in un comitato: promotori sono Orazio Panepinto, Orazio Romeo e Angelo Mazzeo. Già avviata la raccolta di centinaia di firme da parte dei cittadini delle frazioni di Misterbianco. Il Comune vorrebbe far costruire la nuova struttura in un terreno comunale ubicato all’incrocio fra via Puglia e la stradale per San Giovanni Galermo, nel quartiere Serra.

 "Noi non ci fermiamo qui e faremo da canalizzatori del dissenso di un intero quartiere - dichiara Panepinto, ex assessore comunale -. L'isola ecologica, lì dove ce l’ha prospettata l'amministrazione Di Guardo, non è accettabile. Questa decisione va revocata”. Aggiunge Orazio Romeo altro ex assessore comunale:"Ci sono due scuole in immediata prossimità dell’area che il Comune vuole trasformare in isola ecologiche, tante case e tante attività commerciali, meglio che sindaco ed assessori rivedano subito il progetto”.

Conclude infine Angelo Mazzeo, altro promotore del comitato: “Bene che si realizzi un’isola ecologica al servizio dei quartieri periferici, ma va cambiata immediatamente la localizzazione individuata dall’amministrazione Di Guardo. Peraltro, nella zona individuata, esiste già un problema di viabilità, con il traffico non organizzato al meglio anche per l’assenza di adeguata infrastrutturazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento