Misterbianco, indennità ridotta del 50% per il sindaco e gli assessori

L'indennizzo del primo cittadino viene riportato ad un importo inferiore a quello di venti anni fa. Nino Di Guardo percepirà al mese appena un netto di 1.330 euro. Taglio dello stipendio anche per il presidente del consiglio comunale

Per la terza volta il sindaco Nino Di Guardo e la sua giunta mettono mano al taglio delle indennità di carica. Dopo la prima riduzione decisa all'atto dell'insediamento del 25 per cento e quella del marzo scorso che aumentava la riduzione al 30 per cento, il sindaco Di Guardo ha voluto dare un ulteriore taglio netto alle indennità di carica riducendo le stesse di un ulteriore 20 percento per raggiungere un riduzione complessiva del 50 per cento rispetto a quanto previsto dalla legge.

Una decisione questa che permetterà, oltre a quelli conseguiti, un ulteriore risparmio, già a partire da questo mese, di quasi 150 mila euro l'anno che il sindaco e l'amministrazione destinerà ad assicurare determinati servizi ed attività.

“In un periodo di difficoltà e ristrettezze chi occupa posti di responsabilità deve dare il primo esempio – ha dichiarato il sindaco Di Guardo – Questa ulteriore diminuzione delle indennità degli amministratori, alla quale ha aderito anche il presidente del consiglio comunale Nino Marchese, servirà ad assicurare al territorio iniziative da anni dimenticate come la Fiera di Maggio, per dare impulso alle attività economiche commerciali ed artigianali. La politica è, e deve essere, servizio alla comunità.”

Con questa ultima riduzione l'indennità del sindaco, e di conseguenza anche le altre, vengono riportatate ad un importo inferiore a quello di venti anni fa quando al primo cittadino toccava una indennità lorda di quasi 3.000 euro. Oggi al sindaco toccherà una indennità lorda mensile di 2.255 euro ed un netto di appena 1.330 euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento