Misterbianco, i cittadini dicono no alla nuova isola ecologica

Ha suscitato polemiche e preoccupazione l’annuncio della creazione di una nuova isola ecologica a Misterbianco, in un terreno comunale nei pressi dell’incrocio tra via Puglia e la ex provinciale per San Giovanni Galermo.

Foto archivio

Ha suscitato polemiche e preoccupazione fra i cittadini l’annuncio della creazione di una nuova isola ecologica a Misterbianco, in un terreno comunale nei pressi dell’incrocio tra via Puglia e la ex provinciale per San Giovanni Galermo. L’area, individuata dall’amministrazione del sindaco Nino Di Guardo, si trova infatti ad un passo da due plessi scolastici dell’Istituto comprensivo “Sciascia”, in una zona densamente popolata e presidiata da numerose attività commerciali.

Il movimento “Guardiamo Avanti”, guidato dal consigliere Marco Corsaro,  ha annuncia così per oggi una manifestazione in via Puglia nel corso del quale cittadini ed esponenti dell’opposizione incontreranno la stampa. «ì

"Questo territorio viene governato con arroganza – attacca Corsaro – non si può ubicare un sito di tale natura a due passi da una scuola, infischiandosene di chi quel luogo lo vive ogni giorno". Chiarisce poi Corsaro: "Siamo convinti che l’isola ecologica sia necessaria ed utile al nostro Comune, ma il progetto va rivisto: l’isola non va collocata lì senza peraltro, fatto anco più grave, aver tenuto conto delle esigenze dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento