Misterbianco, rapina con pistola al “Sisa”: arrestati due fratelli

I malviventi con il volto coperto hanno fatto irruzione all'interno del negozio e hanno intimato al cassiere di consegnare il denaro: circa 300 euro. Ultimata la rapina si sono dileguati a bordo di un'autovettura. Decisive le testimonianze delle vittime

Sono finiti in manette due fratelli catanesi, P.D. di 22 anni e P.G. di 29 per loro l’accusa è di rapina aggrava in concorso. Nella mattinata di ieri, secondo la ricostruzione dei carabinieri di Misterbianco, tre individui con il volto coperto hanno fatto irruzione all’interno del supermercato “Sisa” di via Milano e, sotto la minaccia di una pistola hanno costretto il cassiere a consegnare il denaro: circa 300 euro. I malviventi ultimata la rapina si sono dileguati a bordo di un’autovettura.

Immediato l’intervento dei militari che dopo avere raccolto le testimonianze delle vittime e fatti i dovuti riscontri hanno perquisito la casa dei sospettati e trovato la pistola utilizzata durante la rapina, una semiautomatica a salve marca beretta, e una busta di plastica contenente parte della refurtiva.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

Torna su
CataniaToday è in caricamento