Misterbianco, rapina con pistola al “Sisa”: arrestati due fratelli

I malviventi con il volto coperto hanno fatto irruzione all'interno del negozio e hanno intimato al cassiere di consegnare il denaro: circa 300 euro. Ultimata la rapina si sono dileguati a bordo di un'autovettura. Decisive le testimonianze delle vittime

Sono finiti in manette due fratelli catanesi, P.D. di 22 anni e P.G. di 29 per loro l’accusa è di rapina aggrava in concorso. Nella mattinata di ieri, secondo la ricostruzione dei carabinieri di Misterbianco, tre individui con il volto coperto hanno fatto irruzione all’interno del supermercato “Sisa” di via Milano e, sotto la minaccia di una pistola hanno costretto il cassiere a consegnare il denaro: circa 300 euro. I malviventi ultimata la rapina si sono dileguati a bordo di un’autovettura.

Immediato l’intervento dei militari che dopo avere raccolto le testimonianze delle vittime e fatti i dovuti riscontri hanno perquisito la casa dei sospettati e trovato la pistola utilizzata durante la rapina, una semiautomatica a salve marca beretta, e una busta di plastica contenente parte della refurtiva.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento