Sequestro di veicoli rottamati in uno sfasciacarrozze di Misterbianco

L’amministratore è stato denunciato per il reato di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi

foto archivio

La polizia ferroviaria ha effettuato controlli presso una nota azienda di commercio di metalli presente nella zona industriale di Misterbianco, alla ricerca di cavi di rame trafugati dalle strutture ferroviarie o da altri impianti di pubblica utilità.

Nel corso dell’attività, non sono stati rinvenuti cavi di rame riconducibili a quelli rubati dalle linee ferrate, ma gli agenti hanno notato numerosi veicoli, circa 100, privi di targhe.

Erano stati tutti radiati dal pubblico registro automobilistico in quanto rottamati. Sul posto è stato accertato che l’attività di demolizione era stata avviata formalmente dal mese di aprile 2017, anche se la ditta, di fatto era priva delle necessarie attrezzature per effettuare attività di bonifica e demolizioni.

L’amministratore è stato denunciato per il reato di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi ed anche per non aver dichiarato che l’attività di autodemolizione non poteva essere effettuata. Tutti i veicoli presenti sul piazzale e la stessa attività di autodemolizione sono stati posti sotto sequestro preventivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento