rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca Civita / Via Etnea

Perseguita e importuna pesantemente una commessa: arrestato stalker

L'uomo, condotto nel carcere di piazza Lanza, da circa due settimane si presentava ogni sera davanti al negozio in cui lavora la donna, facendole degli apprezzamenti che nel corso dei giorni sono diventati sempre più pesanti, fino ad arrivare a delle vere e proprie avances sessuali

Nel tardo pomeriggio di ieri, la polizia ha arrestato un soggetto di nazionalità marocchina resosi responsabile dei reati di atti persecutori, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Nello specifico, personale dipendente delle volanti è intervenuto presso un esercizio commerciale di cibi da asporto in via Etnea, a seguito della richiesta da parte di una dipendente che riferiva di essere continuamente infastidita da una persona a lei sconosciuta.

Giunti sul posto la donna avrebbe indicato l’uomo che la infastidiva, e riferiva agli agenti che lo stesso soggetto, da circa due settimane, aveva iniziato a perseguitarla, presentandosi ogni sera davanti al negozio, facendole degli apprezzamenti che nel corso dei giorni sono diventati sempre più pesanti, fino ad arrivare a delle vere e proprie avances sessuali.

Inizialmente l’uomo si presentava in negozio sempre tra le 19 e le 20, ma negli ultimi giorni aveva iniziato a presentarsi a tarda sera, quasi alla chiusura, ingenerando nella donna un sempre crescente timore.

Alla vista degli agenti, lo stalker è andato in escandescenza inveendo contro gli stessi, costringendoli a chiedere l’ausilio di altro personale al fine di fermarlo. Con l’arrivo di un’altra volante è stato bloccato e accompagnato in Questura. Durante la fase di arresto, inoltre, tre agenti hanno anche riportato delle lesioni. Il pm ha disposto successivamente di associare l’arrestato presso la casa circondariale di piazza Lanza in attesa del giudizio direttissimo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita e importuna pesantemente una commessa: arrestato stalker

CataniaToday è in caricamento