Cronaca

Morte caposquadra Oikos, l'ultimo abbraccio della città di Catania

Questa mattina si sono tenuti i funerali nella Cattedrale di piazza Duomo dopo un breve corteo partito dai quattro canti che ha attraversato un tratto della via Etnea. Tanta commozione tra i colleghi, i quali hanno portato sulle spalle la bara lungo tutto il tragitto

L'ultimo saluto della città a Nunzio Di Bella, 46 anni, il caposquadra dell’Oikos rimasto gravemente ferito nel tragico incidente provocato da un romeno che domenica scorsa intorno alle 6, a quanto pare ubriaco, ha perso il controllo della propria auto in via Acquicella Porto. Questa mattina i funerali si sono tenuti nella Cattedrale di piazza Duomo.

Un corteo partito dai quattro canti ha attraversato un tratto della via Etnea per ricordare un'ultima volta Di Bella. Tanta commozione tra i colleghi, i quali hanno portato sulle spalle la bara lungo tutto il tragitto. A seguire le auto e i mezzi Oikos, accompagnate dall'ultimo grande abbraccio offerto da colleghi e cittadini presenti. Tra applausi e commozione, si è consumato l'ultimo ricordo della città in onore del caposquadra Oikos, deceduto nella giornata di ieri.

Il Comune si costituirà parte civile per il processo. “L’Amministrazione è certa – si legge nella nota - che il colpevole di questa assurda morte subirà le conseguenze dei suoi comportamenti”. Il sindaco Enzo Bianco ha comunicato la decisione alla moglie e alla madre di Nunzio Di Bella, dopo averle incontrate sempre nella giornata di oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte caposquadra Oikos, l'ultimo abbraccio della città di Catania

CataniaToday è in caricamento