La questura trasmette una nota alla procura dopo il servizio sul caso Raciti

Sarà compito degli inquirenti effettuare ogni opportuna valutazione sulle circostanze cui il servizio televisivo fa riferimento

Dopo la messa in onda del servizio de "Le Iene", in cui una presunta testimone ha riferito di "essere stata al funerale di Filippo Raciti e di aver udito un poliziotto chiedere scusa al padre dell´ispettore, perché è stata una manovra errata di un collega a causare la sua morte”, la questura di Catania ha ritenuto di dover informare la procura etnea. Sarà compito degli inquirenti effettuare ogni opportuna valutazione sulle circostanze cui il servizio televisivo fa riferimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento