Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Morte Ispettore Raciti, 14 anni da quella notte di violenza: una corona per ricordarlo

Il ricordo nel luogo dove tutto si è compiuto: presso lo Stadio Angelo Massimino, laddove è stato posto il monumento che ricorda la memoria dell’Ispettore Filippo Raciti, sarà dedicata una corona d’alloro deposta

Sono passati 14 anni da quel fatidico 2 febbraio, da quella notte tragica in cui un poliziotto, l’Ispettore Filippo Raciti, perse la vita in un vortice di violenza che ben poco aveva a che fare con l’incontro sportivo che si stava tenendo in quel momento nello stadio Angelo Massimino di Catania. E i poliziotti, le Autorità civili e militari e tantissimi semplici cittadini lo hanno ricordato ogni anno, nel giorno della ricorrenza della sua morte, quale esempio di dedizione al lavoro, fino all’estrema conseguenza. Quest’anno nel rispetto del protocolli previsti dal DPCM 14/01/2021 e delle ordinanze regionali, nelle prime ore della mattina il Questore Mario Della Cioppa, il Dirigente del Commissariato di Acireale, dott. Tito Cicero e il Cappellano della Polizia di Stato, insieme ai familiari del compianto Filippo e a una ristretta rappresentanza del X Reparto Mobile, depositeranno una corona presso la sua tomba nel Cimitero della cittadina ionica. Poco più tardi, lo stesso Cappellano celebrerà una messa in suffragio, nella chiesa di San Cosimo e Damiano, alla quale presenzieranno il Questore, il Vicario del Prefetto e il Sindaco di Catania. In ultimo, il ricordo nel luogo dove tutto si è compiuto: alle 11.30, presso lo Stadio Angelo Massimino, laddove è stato posto il sobrio monumento che lo ricorda, alla memoria dell’Ispettore Filippo Raciti sarà dedicata una corona d’alloro deposta, ancora una volta, dal Questore, alla presenza delle già citate Autorità e dei familiari del defunto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Ispettore Raciti, 14 anni da quella notte di violenza: una corona per ricordarlo

CataniaToday è in caricamento