Catania piange Francesco Scuderi, il Comune avvia indagine interna

Il mondo dello sport si stringe nel ricordo del presidente della Nuoto Catania. Intanto l'Amministrazione ha avviato un'indagine interna per fare luce sull'accaduto in seguito al crollo del tetto della piscina Zurria. I funerali alle 16 in Cattedrale

Dopo la morte del presidente della Nuoto Catania, Francesco Scuderi, precipitato in seguito al crollo del tetto della piscina Zurria, l'amministrazione ha avviato un'indagine interna per fare luce sull'accaduto. E' stato inoltre richiesto il monitoraggio di tutte le strutture sportive per accertare lo stato in cui versano e verificare le normative tecniche.

Il sindaco Bianco esprime tutto il dolore della città per la scomparsa di Francesco Scuderi: “Sono attonito, come tutta la città  per la tragica scomparsa di uno dei migliori dirigenti sportivi catanesi e che deve essere ricordato come merita. Francesco Scuderi era soprattutto un appassionato e il suo grande amore per lo sport, che aveva praticato ai massimi livelli, e per i giovani che vi si accostano lo ha portato addirittura a mettere a rischio la propria vita”.

Persino il mondo dello sport abbraccia il ricordo del presidente della Nuoto Catania. Il Presidente del Catania Antonino Pulvirenti e l'Amministratore Delegato Carmelo Milazzo, unitamente a tutti i dirigenti, i tecnici, i collaboratori e gli atleti, hanno espresso il cordoglio del Calcio Catania per la tragica scomparsa di Francesco Scuderi. I funerali di Francesco Scuderi saranno celebrati in Cattedrale alle 16.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento