menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morte piccolo Mattia, il giorno dell'autopsia: sei indagati dalla procura

Dopo il sequestro della salma, è il giorno dell'autopsia per il neonato morto dopo un calvario durato circa 30 giorni tra vari ospedali siciliani. Sono sei gli indagati dalla procura di Catania, che si concentra sul ruolo avuto in particolare da cinque medici coinvolti nella vicenda

Dopo il sequestro della salma, è il giorno dell’autopsia per il piccolo Mattia, morto il 27 febbraio scorso nel Policlinico di Messina, dopo un calvario durato circa 30 giorni tra i vari ospedali siciliani.

Sei persone - cinque medici ed una ostetrica in servizio nell'ospedale di Bronte - sono state iscritte nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Catania nell'ambito delle indagini sulla morte.

La Procura della Repubblica di Catania ha disposto l'autopsia sul corpo del neonato, che è attualmente in corso a Messina. Alla madre, a Bronte, si erano rotte le acque il 19 febbraio, alla 24esima settimana di gestazione. Dopo essere stata condotta nell'ospedale di Bronte, si era cercato attraverso il 118 un posto in un'Unità di terapia neonatale intensiva (Utin) di un ospedale di Catania per ricoverare il bimbo prematuro per un eventuale ricovero del piccolo dopo il parto. Per l'indisponibilita del posto la gestante fu condotta in ambulanza nell'ospedale Umberto I di Siracusa.

Il parto avvenne poi l'indomani, il 20 gennaio. Il 25 febbraio il piccolo fu trasferito nell'Utin del Policlinico di Messina, dove mori' due giorni dopo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ristrutturare

Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento