Il calcio Catania piange la scomparsa dell'ingegner Pino Inzalaco

Pino Inzalaco seppe guidare il Calcio Catania alla riconquista della Serie C1, centrando la promozione nel 1999

Il Calcio Catania piange la scomparsa dell'ingegnere Pino Inzalaco, apprezzato dirigente rossazzurro negli anni '80 e '90, tra i più affidabili ed efficienti collaboratori del presidente e suocero Angelo Massimino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Uomo di grande concretezza ed equilibrio - questo il messaggio della dirigenza - l'ingegnere Inzalaco fu prezioso punto di riferimento, in termini di esperienza e slancio, nel gruppo dirigenziale formato dopo la scomparsa del Cavaliere. Con la presidentessa Grazia Codiglione e l'intero gruppo degli eredi di Angelo Massimino, Pino Inzalaco seppe guidare il Calcio Catania alla riconquista della Serie C1, centrando la promozione nel 1999".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente autonomo in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

  • Coronavirus, commercialista di Biancavilla morto al San Marco

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento