menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morte Sgalambro, Licandro: “Catania non sarà più la stessa”

L’Assessore ai Saperi e alla Bellezza condivisa: ”Mai smise di pensare e mai smise, già con il suo comportamento, di ricordarci che il pensiero è la gioiosa e terribile condanna di noi umani”

“Questa città non sarà più la stessa, non lo è già da oggi, da quando Manlio Sgalambro ha raggiunto i suoi filosofi più amati, e anche quelli più avversati, per riprendere le fila di un discorso mai interrotto”. Lo ha detto Orazio Licandro, assessore ai Saperi e alla Bellezza condivisa del Comune di Catania, commentando la notizia della scomparsa del filosofo.

“Sgalambro – ha aggiunto Licandro - aveva tutte le carte in regola per fare il ‘sofista’, a partire dalla nascita a Lentini, ma decise di rischiarare il nostro incerto cammino dalla sua via Umberto, ponendo sempre nuovi interrogativi, ai quali non sapevamo dare risposte, e stupendoci, ogni volta come se fosse la prima, con i suoi libri, con i suoi aforismi, con le sue canzoni, con le sue apparizioni canore, anche nell'antico greco degli dei, assieme all'amico Franco Battiato. Mai smise di pensare e mai smise, già con il suo comportamento, di ricordarci che il pensiero è la gioiosa e terribile condanna di noi umani. Grazie, professore!”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento