Lutto nel mondo accademico, è morto il professore Pietro Barcellona,

Si è spento all’età di 77 anni, il docente di diritto privato e di filosofia del diritto presso la facoltà di giurisprudenza dell’Università di Catania Pietro Barcellona. È stato membro del Consiglio superiore della magistratura

All’età di 77 anni è morto la notte scorsa il professore Pietro Barcellona, docente di diritto privato e di filosofia del diritto presso la facoltà di giurisprudenza dell’Università di Catania. Nato nel capoluogo etneo il 12 marzo 1936 è stato anche componente, dal 1976 al 1979, del Consiglio superiore della magistratura. Nel 1959 si laurea in Giurisprudenza e quattro anni più tardi consegue la libera docenza in Diritto Civile e insegna a Messina.

Ha diretto il Centro per la Riforma dello Stato, fondato con Pietro Ingrao. Nel 1979 è stato eletto deputato nelle file del Partito Comunista Italiano ed è stato membro della commissione giustizia della Camera fino al 1983.

“Con la scomparsa di Pietro Barcellona – dichiara il sottosegretario alla Giustizia, il catanese Giuseppe Berretta, esprimendo il proprio cordoglio per la morte del professore – Perdiamo una delle figure più rappresentative della vita intellettuale del dopoguerra. Giurista insigne, docente universitario e intellettuale a tutto tondo, dotato di straordinaria umanità e generosità, Barcellona è stato per me e per tante generazioni un esempio, anche per il suo impegno nel campo del pensiero della sinistra: un impegno senza confini, libero da condizionamenti e riconosciuto in tutta Italia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento