rotate-mobile
Cronaca Motta Sant'Anastasia

Rifiuti, vertenza Oikos: il Cga sospende l'ordinanza del Tar etneo

La discarica in contrada Valanghe d'Inverno non riceverà rifiuti perché "i proprietari non sono iscritti in white list e non hanno ancora presentato il certificato antimafia"

Il consiglio di giustizia amministrativa ha sospeso l'ordinanza del Tar di Catania relativa alla società Oikos, che si occupa di smaltire rifiuti e gestire la discarica di Motta Sant'Anastasia, in contrada Valanghe d'Inverno. Così il Cga ha dato ragione alla Regione che aveva fatto impugnare la sospensiva del Tar etneo.

"Oikos non era stata inserita tra le discariche che potevano ricevere rifiuti - afferma l'assessore regionale ai rifiuti Vania Contrafatto - perché i proprietari della ditta non sono iscritti in white list e ancora non è giunto il certificato antimafia e lo abbiamo spiegato con un'ampia relazione"

La Regione aveva impugnato la sospensiva spiegando che durante il periodo estivo avrebbe potuto generare anche emergenze di natura sanitaria. Accolta l'impugnazione regionale così il consiglio di giustizia amministrativa ha ridato efficacia all'ordinanza del presidente Crocetta e del ministro e l'Oikos dunque non riceverà rifiuti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, vertenza Oikos: il Cga sospende l'ordinanza del Tar etneo

CataniaToday è in caricamento