Rilanciare la movida, Fipet: "Stiamo ancora aspettando di essere ricevuti dal Sindaco"

Il presidente della Fipet, Roberto Tudisco, accoglie con grande attenzione la proposta lanciata dal Consigliere comunale Marletta e richiama l’attenzione sulla proposta della Commissione Commercio. Progettare un'area parcheggio in piazza Carlo Alberto e piazza Alcalà

Il presidente della Fipet, Roberto Tudisco, accoglie con grande attenzione la proposta lanciata dal Consigliere comunale Marletta e richiama l’attenzione sulla proposta della Commissione Commercio. Progettare un' area parcheggio in piazza Carlo Alberto e piazza Alcalà con la predisposizione di stalli a pagamento, magari con un ticket unico serale.

"Con un semplice gesto di razionalizzazione delle risorse - si legge nella nota della Fipet - si potrebbero creare nuovi posti di lavoro , recuperare risorse per il Comune di Catania, fornire un parcheggio legale ai cittadini e contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi e del degrado di quelle zone urbane. Sarebbe anche utile predisporre un percorso con autobus elettrici intorno al centro storico per incentivare i cittadini ad utilizzare i parcheggi e fornire così anche un servizio per i numerosi turisti che arrivano a Catania. Siamo in attesa di essere ascoltati dal Sindaco Bianco per le molteplici proposte che potrebbero interessare il centro e rilanciare la movida catanese".

"I commercianti chiedono principalmente attenzione ed ascolto- continua la nota- in un momento così delicato e difficile per l’economia, perchè è solo dal confronto e dal dibattito che possono nasscere le idee per rilanciare Catania. Il centro storico per divenire un vero polo turistico, competitivo ed artistico, ha solo bisogno di progettualità e logistica: una manuntenzione della piazza anche con la collaborazione dei commercianti, ripristinare il verde delle aiuole, accendere la fontana di Piazza Vincenzo Bellini, così come le luci del teatro e del Palazzo delle Finanze, un programma artistico che possa restituire a questa zona una funzione di Agorà pubblica, regole condivise, cestini per mantenere pulito, e presenza costante delle forze dell’ordine, stalli per le biciclette, controlli ai varchi costanti. Una ricetta che riporterebbe Catania alle cronache della ribalta come città europea e competitiva.
Stiamo ancora aspettando di essere ricevuti dal Sindaco e nessuna proposta invece è pervenuta dall’assessorato alla cultura che sembra aver dimenticato il centro storico e sopratutto le vie della movida malgrado le richieste di attenzione e la disponibilità dei commercianti a finanziare concerti o piccoli eventi".

"Tuttavia un grazie doveroso deve essere tributato alla Commissione Commercio ed al suo Presidente Ludovico Balsamo, che convocata spesso in questi giorni per la lettura dei regolamenti Dehors , si è dimostrata attenta e sensibile alle richieste dei commercianti e dove finalmente si respira un aria costruttiva , senza contrapposizione per il rilancio della nostra Città. Speriamo di poter discutere presto il Piano parcheggi e un Piano Turistico, con progetti ed eventi a 360°, per rilanciare Catania e l’economia del centro. Inoltre – rilancia Tudisco- il parcheggio di Piazza Carlo Alberto nelle ore pomeridiane ad esempio dalle ore 17 potrebbe essere utilizzato anche per incrementare l’afflusso di utenti in via etnea e nelle vie limitrofe cercando così di riportare la gente dai centri commerciali alle vie cittadine. Insomma c’è ancora una parte di coloro che hanno investito in questa città che non vuole arrendersi e che desidera ancora metterci la faccia. La crisi infatti è in primo luogo abbandono, rassegnazione, incuria e non è nel dna dei catanesi arrendersi e gettare la spugna sopratutto per tutti quelli che su una rinascita di Catania avevano puntato tutto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento