Consiglio, i 5 Stelle non ci stanno: "Ci spetta la vice presidenza"

Gli attivisti del M5s Catania esprimono forte preoccupazione sulla tenuta e sulla coerenza di questa maggioranza

Il Movimento 5 Stelle ha diffuso un comunicato in merito alle nuove nomine del consiglio comunale di Catania. "Il Movimento 5 Stelle è stato il partito più votato e, per prassi istituzionale e per rispetto delle regole democratiche, sarebbe stato più che naturale assegnargli un ruolo di vicepresidenza. Ma giochini da vecchia politica e accordi sottobanco tra la maggioranza e una larga fetta di una certa opposizione hanno, di fatto, escluso il M5s, riservando le cariche ai soliti noti. Ieri i portavoce comunali del M5s, nonostante lo sgarbo istituzionale ricevuto, hanno votato con coscienza, scevri da ogni compromesso".

“Abbiamo le mani libere e tutto questo ci permetterà di lavorare serenamente, svolgendo un ruolo d'opposizione costruttiva, concreta, che non scende a patti quando in ballo c'è il futuro della nostra città. Per pochi voti non abbiamo ottenuto la vicepresidenza del Consiglio comunale, e abbiamo assistito ad una serie di trattative per la spartizione delle poltrone che hanno palesato, in aula e nelle "stanze", malumori anche nella maggioranza e in parte dell'opposizione”, dichiarano all’unisono i sei consiglieri comunali a 5 Stelle. Gli attivisti del M5s Catania esprimono forte preoccupazione sulla tenuta e sulla coerenza di questa maggioranza e terranno sempre il fiato sul collo” sul suo operato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento