Multato un negozio cinese di viale Vittorio Veneto: merce anche in bagno

Disposta una sanzione amministrativa pecuniaria che va da 516 euro a 2.823 euro

Un locale commerciale cinese di circa 200 metri quadri di viale Vittorio Veneto è stato ispezionato dalla polizia, che ha trovato due dipendenti senza nessun contratto di lavoro. Uno di questi si è presentato quale gestore di fatto, in quanto il titolare dell’impresa si trova in Cina. Durante il controllo, sono state rilevate molteplici criticità per ciò che riguarda la sicurezza e la salubrità sui luoghi di lavoro: sporcizia, mancanza di manutenzione, problemi legati a rischi di natura elettrica e mancanza di spogliatoi e armadietti. Per questo motivo il titolare è stato indagato in stato di libertà per i reati riscontarti e, nella circostanza, verrà deferito all’Autorità Giudiziaria anche il cittadino cinese proprietario formale del negozio. Al fine di controllare la merce posta in vendita è stato interessato anche il reparto annona, che ha provveduto a sequestrare la merce priva di marchio CE  ed elevare una sanzione amministrativa pecuniaria che va da 516 euro a 2.823 euro. Inoltre gli è stata contestata l’occupazione abusiva del suolo pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento