Telecamere e multe contro l'abbandono di rifiuti ad Aci Sant'Antonio

Saranno attenzionate le utenze condominiali per ridurre al minimo i conferimenti del sabato, nei quali non sarà più accettato il rifiuto misto

foto archivio

Da luglio i controlli della vigilanza ambientale nel territorio di Aci Sant’Antonio verranno intensificati con la collaborazione dei vigili urbani. Saranno particolarmente attenzionate le utenze condominiali per  ridurre al minimo i conferimenti del sabato, nei quali non sarà più accettato il rifiuto misto.  Si effettuerà uno scrupoloso controllo dei sacchetti per verificare la presenza o meno di materiali non conformi, come vetro o plastica: in caso di riscontri di rifiuti che non rientrano nel calendario di conferimento della differenziata i sacchetti verranno lasciati sul posto e, per i condomini che non rispetteranno le regole, verrà elevata una diffida con multa se recidivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si sta inoltre predisponendo l’installazione delle telecamere e delle fototrappole sul territorio: chi si macchierà del reato di abbandono indiscriminato di rifiuti sarà multato. “Quando abbiamo previsto una vigilanza ambientale abbiamo pensato di iniziare con un’opera di sensibilizzazione per poi arrivare pian piano ad un’azione repressiva – ha dichiarato l’assessore all’Ecologia, Quintino Rocca – Il Covid, per ovvi motivi, ha rallentato questo processo. Ora possiamo riprenderlo grazie anche al nuovo comandante dei Vigili Urbani, Patrizio Lo Verde, che si è subito messo a disposizione”. Il Sindaco, Santo Caruso, sottolinea l’importanza della stretta.  “Si tratta, soprattutto, di un importante giro di vite contro gli sporcaccioni. Non possiamo arretrare, non possiamo mostrarci morbidi con chi crede che ci si possa liberare in maniera indiscriminata dei rifiuti, insozzando Aci Sant’Antonio. Mi auguro che tutto questo serva a far capire a quei pochi che ancora si rifiutano di differenziare che non ci sono alternative al perseguimento del bene comune”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento