rotate-mobile
Cronaca

Multiservizi approva il bilancio e nomina un nuovo consiglio di amministrazione

La società che si occupa di manutenzioni doveva tre milioni e 700mila euro al Fisco. L'agenzia delle Entrate aveva concesso fino al 9 agosto per adempiere. Soddisfatto il neopresidente Alessandro Corradi: "Solo un primo passo verso il risanamento", dice

Dopo le dimissioni dell'ex presidente Serena Spoto che hanno visto subentrare Alessandro Corradi, l'approvazione del bilancio di Multiservizi - la società partecipata dal Comune di Catania che si occupa di manutenzioni in città -, era stata rinviata a un momento successivo. Dopo un mese dall'insediamento di Corradi, Multiservizi approva il bilancio 2021 e nomina un nuovo consiglio di amministrazione.

"Precedentemente, durante l'assemblea del 13 luglio 2022 - si legge nella nota diramata dalla società - il socio unico (il Comune, ndr), rappresentato dal sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, aveva deliberato di rinviare l'approvazione a una successiva riunione da tenersi alla prima data utile, al fine di verificare l'effettivo compimento del percorso amministrativo e contabile da parte dell'amministrazione comunale e della società rispetto alla scadenza fissata dalla legge al 31 luglio 2022, per il pagamento della rata di 3,7 milioni di euro, in virtù della vigente normativa sulla 'Rottamazione cartelle esattoriali – saldo e stralcio'".

Nei giorni scorsi il neopresidente ha comunicato al Comune di avere eseguito tempestivamente il pagamento della rata di rottamazione, superando così la condizione sospensiva che aveva impedito l’approvazione del bilancio. "La Società ha chiuso l'anno positivamente, registrando un utile pari a circa 827mila euro - prosegue la nota -, - l'assemblea ha approvato la relazione sul governo societario contenente programma di valutazione del rischio di crisi aziendale ex art. 6 comma 2 e 4 d.lgs. 175/2016, nonché il Piano di risanamento ex art. 14 d.lgs. 175/2016". 

In occasione dell'approvazione del bilancio si è proceduto anche a ricomporre la compagine amministrativa. Oltre al presidente Alessandro Corradi, faranmno parte del Consiglio di amministrazione Bruno Bruccheri e Nunzia Daniela Leotta. Il Collegio sindacale è invece composto dal presidente Cartalemi (Presidente), Giuseppe Catalano e Francesco Gazzo. L'Organismo di vigilanza (Odv) è presieduto da Guido Antonello, Armando Andrea Greco, Marco Lisi, Giorgio Romano e Anna Maria Rita Quattrone.

"Ho preso immediatamente atto della delicatissima situazione societaria, sin dal momento della mia nomina - commenta Corradi -, per questo motivo, durante questo primo mese di presidenza non ho voluto rilasciare dichiarazioni". Adesso, però, l'approvazione del bilancio e lo stralcio delle cartelle esattoriali danno nuova linfa alla Multiservizi e, quindi, anche al suo presidente. "Prima era necessario riuscire a pagare la rata di 3,7 milioni di euro, relativa alla rottamazione delle cartelle esattoriali, nonché garantire il pagamento degli stipendi di luglio - continua il presidente - quanto avvenuto rappresenta solo un primo passo del percorso di risanamento societario". Quest'ultimo avviato dal predecessore Serena Spoto che a questa testata sottolinea: "La rata della rottamazione doveva essere pagata il 30 luglio con una tolleranza di circa dieci giorni, fino al 9 agosto - è la replica dell'ex numero uno di Multiservizi - motivo per cui il 13 luglio non era ancora stato fatto il pagamento". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multiservizi approva il bilancio e nomina un nuovo consiglio di amministrazione

CataniaToday è in caricamento