rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

A Catania, musei e mostre aperti anche nei giorni di Pasqua e Pasquetta

Aperto al pubblico il Castello Ursino e l’ex convento San Placido di Palazzo della Cultura dove è possibile visitare la fortunata mostra temporanea Banksy and Wharol e la mostra permanente “Sala delle Donne”

Anche nei giorni festivi, oggi Domenica di Pasqua di Resurrezione e domani Lunedì dell’Angelo, siti museali del Castello Ursino e di Palazzo Platamone rimarranno aperti l’intera giornata, dalle ore 9,00 alle 19,00 (ultimo ingresso alle ore 18,00). Nel Castello Ursino sono visitabili la Collezione Civica; l'arazzo di Raffaello "Ananias et Saphira”, della collezione Roberto Bilotti Ruggi d'Aragona; al quarto livello del maniero federiciano la mostra dell’artista-pittore catanese “Contrafatto, una mostra affettiva” e, infine, nel piano terra il grande ritorno del “Kouros ritrovato”. Nei locali dell’ex convento San Placido di Palazzo della Cultura si possono visitare invece la fortunata mostra temporanea Banksy and Wharol e la mostra permanente “Sala delle Donne”. Il lunedì di Pasquetta, nello stesso sito, è visitabile anche la mostra museo dello scultore Emilio Greco.

Cosa fare a Pasqua e Pasquetta a Catania

Anche nel resto della Sicilia, parchi archeologici e Musei resteranno aperti. "L'apertura dei siti della Regione - sottolinea l'assessore regionale dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Alberto Samonà - è una scelta precisa, perché ai Siciliani e ai tanti turisti che arriveranno vogliamo offrire l'opportunità di conoscere la nostra storia, la bellezza dei luoghi e le tante mostre in corso nei diversi luoghi della cultura". In particolare, saranno aperti per l'intera giornata di domenica e lunedì, sia al mattino che al pomeriggio: il Parco archeologico Valle dei Templi, il Museo Griffo e la Casa-Museo Luigi Pirandello ad Agrigento, Monte Adranone e Palazzo Panitteri a Sambuca di Sicilia, l'area archeologica e l'Antiquarium di Cattolica Eraclea, il Museo interdisciplinare di Caltanissetta, il museo Archeologico di Marianopoli (RG), il Museo di Adrano (CT) e le Mura Dionigiane, il Museo della Ceramica di Caltagirone (CT), il Teatro romano e l'Odeon di Catania, il Museo archeologico di Centuripe. Aperti per tutte e due i giorni - mattino e pomeriggio - anche tutti i siti del Parco Archeologico di Morgantina e della Villa romana del Casale: ovvero il Museo di Aidone, l'area Archeologica di Morgantina, la Villa Romana del Casale, Palazzo Varisano a Enna e Palazzo Trigona a Piazza Armerina (EN). In provincia di Messina aperti per tutta la giornata di domenica e lunedì il Teatro antico di Taormina, l'area archeologica e il museo di Giardini Naxos, l'Area archeologica di Halaesa Arconidea a Tusa, nonché l'area archeologica e l'Antiquarium di Tindari e la Villa Romana di Patti. Nella Sicilia orientale aperti tutte e due le giornate (mattina e pomeriggio) il Convento della Croce a Scicli (RG), il Castello Maniace, l'area archeologica della Neapolis e Orecchio di Dionisio a Siracusa, la Villa del Tellaro e l'area archeologica a Noto, l'area archeologica del teatro Antico di Akrai a Palazzolo Acreide. In provincia di Trapani apertura lunga per tutte e due le giornate per il Parco archeologico di Segesta, l'area archeologica monumentale di Selinunte, il Museo del Satiro di Mazara del Vallo e il Parco Lilibeo di Marsala.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Catania, musei e mostre aperti anche nei giorni di Pasqua e Pasquetta

CataniaToday è in caricamento