Cronaca

La Lega Nord contro il museo egizio a Catania: "Ci sdraieremo davanti alle porte"

Fabrizio Ricca, esponente piemontese del partito di Salvini, annuncia battaglia dichiarando di essere disposto a sdraiarsi davanti alle porte per impedire che i preziosi monili siano portati in Sicilia

L'ipotesi di trasferimento di una parte dei reperti del museo egizio di Torino a Catania ha mandato su tutte le furie la Lega Nord. Fabrizio Ricca, esponente piemontese del partito di Salvini, annuncia battaglia dichiarando di essere disposto a sdraiarsi davanti alle porte per impedire che i preziosi monili siano portati in Sicilia.

“Abbiamo presentato un Question Time urgente per sapere se corrisponde al vero che 17mila reperti ora in custodia del Museo Egizio verranno trasferiti a Catania a seguito di un accordo con l’istituto piemontese per una presunta mancanza di spazi espositivi. Se questo fosse confermato- afferma Ricca - oltre che farci arrabbiare ci vedrà scendere in piazza. Non è possibile che Fassino, tanto vanitoso del suo successo nel turismo, possa permettere una tale rapina. Al posto di costringere il museo a decentrare l’esposizione si attivi immediatamente affinchè si trovi lo spazio. Se cosi non fosse ci sdraieremo davanti alle porte per impedire il trasferimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega Nord contro il museo egizio a Catania: "Ci sdraieremo davanti alle porte"

CataniaToday è in caricamento