rotate-mobile
Cronaca

Al Museo dello Sbarco la mostra fotografica "Volti e luoghi della Sicilia liberata"

Aperta sino all’anno prossimo, la mostra fotografica "Volti e luoghi della Sicilia liberata” presenta foto inedite conservate nella divisione Prints and Photographs della Library of Congress

Un camion militare che consegna la farina a un panificio in Sicilia, dove la fornitura di cibo si è rivelata la priorità più urgente nel settembre 1943. Questo si vede in uno degli 80 scatti esposti nella mostra "Volti e luoghi della Sicilia liberata", con foto di Nick Parrino, un italo americano autore di reportage propagandisti per conto dell'Office of War Information (Owi) e dell’Amgot (governo militare alleato dei territori occupati). La maggior parte degli scatti ritrae persone comuni, lavoratori, la vita che sembra tornata alla normalità subito dopo il settembre 1943, data dell’armistizio di Cassibile. Notevoli le foto che mostrano luoghi emblematici della Sicilia, come la Valle dei Templi, scampati ai bombardamenti.

“Queste immagini riecheggiano l’attualità, la guerra a cui stiamo assistendo e rappresentano per noi tutti, soprattutto, un monito”. Così ha dichiarato il Commissario straordinario, Federico Portoghese, intervenuto all’inaugurazione, al pian terreno del museo storico dello sbarco in Sicilia – 1943. Portoghese ha poi allargato il discorso alla struttura e funzioni delle Ciminiere. Al riguardo ha affermato: “Sono favorevole alle mostre e alle iniziative temporanee che rafforzano il percorso espositivo dei musei e, più in generale, arricchiscono le Ciminiere di elementi che le riqualificano anche in senso culturale. Questi spazi devono essere finalmente fruibili a tutti. Accetteremo però soltanto proposte di qualità. Vi sarà anche la riqualificazione strutturale degli edifici. I lavori certamente dureranno anni ma le Ciminiere non chiuderanno. I lavori saranno eseguiti con un sistema modulare, affinché non siano interrotte le manifestazioni. Ho dato già opportune indicazioni per la struttura espositiva più grande (F1): qui, in particolare, sarà resa funzionale, cioè accessibile, la magnifica terrazza panoramica che fa da copertura. Il progetto, che è in fase di redazione, sarà presentato per l’approvazione alla Sovrintendenza. Le risorse necessarie saranno inserite nel prossimo Piano Triennale delle Opere Pubbliche”.

Aperta sino all’anno prossimo, la mostra fotografica "Volti e luoghi della Sicilia liberata” presenta foto inedite conservate nella divisione Prints and Photographs della Library of Congress; curata da Ezio Costanzo in collaborazione con la Fondazione Oelle Mediterraneo, con il patrocinio della Città metropolitana di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Museo dello Sbarco la mostra fotografica "Volti e luoghi della Sicilia liberata"

CataniaToday è in caricamento