Rievocazione storica con divise d'epoca al museo dello Sbarco

La rievocazione sarà realizzata in collaborazione con associazione storico-culturale “Historica XX secolo”

Domenica 30 settembre, alle ore 9,30, al museo storico dello sbarco in Sicilia si terrà una ricostruzione storica sull’operato dell’ Unione Nazionale Protezione Antiaerea durante i bombardamenti su Catania nel 1943. La rievocazione sarà realizzata in collaborazione con associazione storico-culturale “Historica XX secolo”.

In ricordo delle vittime civili dei bombardamenti, dodici “rievocatori”, alcuni in divisa, altri in abiti civili, faranno rivivere le gesta di coloro che agivano per limitare i danni delle incursioni aeree sulla popolazione civile. Le uniformi usate a quel tempo erano simili a quelle del corpo nazionale dei vigili del fuoco, dalle quali si differenziavano solo per l’uniforme da fatica in tela grigia o blu del regio esercito. Dell’esercito veniva anche utilizzato il materiale dismesso per gli usi di prima linea, come gli elmetti Adrian mod. 1916 e la maschera antigas. L’equipaggiamento di servizio era costituito da piccozze, martelli, asce, cordami, del tutto identico a quello dei vigili del fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento